Vai a sottomenu e altri contenuti

IMU 2021

Data pubblicazione on line: 11/06/2021
IMU ANNO 2021

La Legge di Bilancio 2020 (L. 27/12/2019 n. 160), art. 1 comma 738, ha abolito a decorrere dal 2020 la IUC ad eccezione delle disposizioni relative alla tassa sui rifiuti (TARI).

La nuova IMU è disciplinata dalle disposizioni di cui ai commi da 739 a 783 della legge innanzi citata.

A decorrere dal 2020 la TASI non è più dovuta.

Resta confermata l'esenzione per le abitazioni principali non di lusso (categorie catastali dalla A2 alla A7).

ESENZIONE DAL VERSAMENTO DELLA PRIMA RATA DELL'IMU.

La Legge di Bilancio 2021 comma 599 dell'articolo 1 ha previsto l'esenzione* della prima rata IMU 2021 per alcune categorie di immobili:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali
  • immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze
  • immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze e dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi
  • immobili della categoria catastale D utilizzati da imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di fiere o manifestazioni.

* per godere dell'esenzione è necessario che i soggetti passivi siano anche gestori delle attività ivi esercitate. Ai fini dell'ottenimento del beneficio, il contribuente è tenuto alla presentazione della dichiarazione IMU.

Il Decreto-Legge 22/03/2021, n.41, all'art.6-sexies ha previsto l'esenzione della prima rata dell'IMU 2021 per gli immobili nei quali i soggetti passivi per i quali ricorrono le condizioni di cui all'art.1, commi da 1 a 4 del Decreto, esercitano le attività di cui siano anche gestori. Ai fini dell'ottenimento del beneficio, il contribuente è tenuto alla presentazione della dichiarazione IMU.

RIDUZIONE PER I PENSIONATI ALL'ESTERO

Ai sensi della Legge n. 178/2020, art.1, comma 48, su una sola unità immobiliare ad uso abitativo posseduta in Italia da soggetti non residenti nel territorio dello Stato, titolari di pensione estera maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, a condizione che non sia locata o data in comodato d'uso, è applicabile una riduzione del 50% della base imponibile.

COMODATO D'USO GRATUITO A PARENTI

L'agevolazione relativa alle unità abitative concesse in comodato d'uso gratuito a parenti di primo grado (consistente nella riduzione del 50% della base imponibile ai fini del calcolo IMU) è disciplinata dal comma 747 dell'art.1 della Legge n. 160/2019, che stabilisce il soddisfacimento delle seguenti condizioni:

- è ammissibile solo tra genitori e figli;

- il comodante deve possedere un solo immobile ad uso abitativo in Italia (quello dato in comodato) o al più un altro immobile abitativo destinato a sua abitazione principale nello stesso comune in cui è ubicato quello concesso in comodato;

- il comodatario deve avere la residenza anagrafica e la dimora abituale presso l'unità immobiliare concessa in comodato;

- il comodato non può riguardare immobili accatastati come A/1, A/8, A/9;

- il contratto di comodato deve essere registrato all'Agenzia delle Entrate;

- il comodante deve presentare dichiarazione IMU.

Il beneficio si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest'ultimo in presenza di figli minori

I contribuenti che avessero già un contratto di comodato stipulato e registrato precedentemente che rispetta le condizioni sopra riportate, per ottenere l'agevolazione, devono comunque redigere una dichiarazione e presentarla all'Ufficio Tributi.

PER CIO' CHE RIGUARDA LA RATA DI ACCONTO 2021, SE NON CI SONO STATI MUTAMENTI NEL POSSESSO DEGLI IMMOBILI RISPETTO ALL'ANNO PRECEDENTE, L'IMPORTO DA CORRISPONDERE È PARI ALLA METÀ DI QUANTO VERSATO A TITOLO DI IMU PER L'ANNO 2020 (art.1, co.763).

Considerato che l'aliquota IMU per l'anno 2020 era del 9,5 ‰, l'aliquota da calcolare rimane invariata al 9,5 ‰.

NOTA
Il Comune di Cusano Mutri, con delibera del Consiglio Comunale n. 13 del 31/05/2021, ha approvato le aliquote IMU 2021; per il calcolo è possibile utilizzare il calcolatore sottostante per effettuare il calcolo dell'acconto IMU 2020 e per stampare il modello F24 necessario per il pagamento delle stesse.

Vai al calcolatore per l'anno 2021


IL RESPONSABILE DEL TRIBUTO

Rag. Michelina MATURO

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Ufficio Ruoli e tributi vari
Referente: Michelangelo Vitelli
Indirizzo: Via Municipio 4, 82033 - Cusano Mutri (BN)
Telefono: 0824862003-int.204
Fax: -
Email: cmtributi@virgilio.it
Email certificata: tributi.cusanomutri@asmepec.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto